Twitter negli scorsi mesi avrebbe trattato con Clubhouse per acquisire la piattaforma di audio live per $4 miliardi secondo Bloomberg. L’affare non sarebbe però andato a buon fine per motivi non noti.

Forse a causa del naufragio dell’unione Clubhouse starebbe ora cercando di ottenere da sola $4 miliardi, attraverso un round di finanziamenti: il funding è stato organizzato dopo la fine delle trattative affinché Clubhouse potesse ottenere il capitale in cambio di investimenti equity.

Twitter ha sviluppato durante quest’anno il suo social audio, Spaces, disponibile per alcune fasce di utenti. Clubhouse, nel frattempo, ha lanciato il suo sistema di monetizzazione, grazie al quale gli utenti possono inviare denaro ai loro creatori di contenuti preferiti. La transazione va quasi totalmente al creator: solo una piccola percentuale è incassata da Stripe, che gestisce i pagamenti in-app della piattaforma, mentre l’app non riceve niente. 

C’è chi ipotizza che il motivo per cui la trattativa non è andata a buon fine è proprio il prezzo alto proposto da Clubhouse, una startup che, sebbene abbia avuto un innegabile espansione all’inizio, pone seri dubbi sulla sua longevità. La piattaforma ha infatti già riscontrato vari problemi in tema di privacy e contenuti esposti al suo interno. Inoltre Twitter ha il suo Spaces già attivo, e Clubhouse è stata copiata da tutti (Facebook, LinkedIn, Spotify…), il che fa venire il dubbio che l’audio chat sia una feature più che un prodotto fine a sé stesso. Comunque siano andate le cose queste indiscrezioni mettono ancora più in risalto la nuova app e il suo futuro. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui