Imparare le lingue divertendosi!
Avete sempre voluto imparare delle lingue straniere ma non avete tempo per seguire dei corsi? Vorreste apprendere qualche lingua semi-sconosciuta per cui non esistono delle lezioni nel vostro paese? Allora Duolingo è l’app che fa per voi!

Disponibile sia su dispositivi Apple che Android, Duolingo è un’applicazione gratuita e facile da utilizzare creata proprio a questo scopo. L’idea dietro al suo sviluppo, infatti, nasce proprio dalla volontà di dare la possibilità a tutti  di imparare una lingua straniera, senza dover ricorrere a esose tasse di iscrizione e ai modelli di apprendimento tradizionali. Ve ne parlerò oggi per la nostra rubrica di recensioni.

Come funziona?

Dopo aver creato il profilo sull’ app Duolingo tramite e-mail è subito possibile scegliere quali lingue si vuole studiare per cominciare immediatamente le lezioni. Tuttavia è necessario fare delle precisazioni sui tipi di lingua che si possono seguire e sui metodi di insegnamento

Il percorso dello studente è diviso in sezioni con un crescente grado di difficoltà e in micro-unità che trattano degli argomenti specifici. Si parte da argomenti più banali e semplici come la famiglia, gli animali e i colori per poi arrivare a elementi sempre più complessi e strutturati. 
Non vi sono vere e proprie lezioni di grammatica, l’approccio degli autori si basa infatti su una modalità di teoria-pratica che permette all’utente di cimentarsi da subito con i costrutti logico-sintattici tipici della lingua, aggiungendo poco a poco sempre più parole al suo vocabolario. Questa pratica si basa soprattutto sullo stimolo della memoria e sulla ripetitività degli esercizi. 

Features

Per ciò che concerne la scelta, l’offerta varia ampiamente a seconda della lingua madre dell’utente, passando, per esempio, da un catalogo esaustivo per i nativi anglofoni a una lista decisamente ridotta per chi ha un’origine diversa: è il caso degli italiani, che possono studiare solo quattro lingue, o dei coreani, indiani e giapponesi, costretti a seguirne solo una. Il mio consiglio a questo riguardo sarebbe di impostare la lingua inglese (se si parla) come lingua dell’applicazione , in modo da avere accesso ad un’offerta più variegata.        

                                                 

È interessante notare però come gli idiomi presentati varino a seconda dell’origine dell’utente non solo per la disponibilità del materiale, ma anche per i gusti e le necessità dei nativi di una certa regione; se consideriamo ciò che i madrelingua spagnoli possono studiare vediamo come essi abbiano la possibilità di apprendere due lingue, il guaraní e il catalano, che non figurano nelle altre liste, proprio perché alcune popolazioni, in questo caso i Paraguaiani e gli Spagnoli, potrebbero avere una maggiore necessità di seguirli. 

Per i più virtuosi, inoltre, è disponibile la versione a pagamento che offre alcune features in più come le vite illimitate e la possibilità di seguire i corsi anche offline. Non bisogna infatti dimenticare che Duolingo è pur sempre una app gratuita, che deve quindi fatturare in qualche modo: per ridurre al minimo gli inconvenienti e massimizzare i profitti i creatori hanno pensato di utilizzare la presenza di pubblicità e ad di vario tipo all’interno del prodotto e di assimilare Duolingo ai giochi online, dove si ha un numero di vite limitato e si possono ottenere alcuni tools solo dopo aver pagato (o tramite un numero elevato di punti bonus, ricevuti a seguito di buone performance negli esercizi). Quando le vite finiscono è necessario aspettare un’ora o comprarne una per poter continuare a studiare.

Considerando la difficoltà naturale che un utente potrebbe avere ad imparare una lingua sono stati creati due programmi per incentivare lo studio attraverso il divertimento. Chi usufruisce dell’app può, infatti, dopo aver ricevuto un certo numero di punti bonus, accedere a una serie di racconti e storie nella lingua che sta apprendendo e prendere parte a dei tornei per dimostrare le sue capacità. 

Verdetto finale

Duolingo è certamente una applicazione che funziona molto bene e che ha saputo creare una maniera divertente per poter trasmettere qualcosa di utile e, a volte, complicato. L’utente non si sente annoiato e interagisce con il programma regolarmente, attraverso un approccio più ludico che istituzionale. 
Questo è un bene anche se l’impressione generale è che , seguendo questo metodo, chi sfrutta il prodotto non giunga mai a una vera e propria conoscenza della lingua, rimanendo ad uno stadio iniziale dell’ apprendimento.

 Inoltre, non si può evitare di considerare l’impatto nocivo dell’utilizzo di pubblicità all’interno di Duolingo, anche se questo problema può essere ovviato pagando la versione premium. 

Consiglio fortemente l’utilizzo di questa app a chiunque desideri imparare una nuova lingua, nonostante questo programma rimanga ad un livello intermedio e non possa essere usato per lavoro o ragioni accademiche. 


Prova Duolingo:

App Store Badge

Google Play Store Badge


 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui