Home STRATEGIA ACQUISIZIONE UTENTI Mobile Marketing: 6 errori comuni e come evitarli

Mobile Marketing: 6 errori comuni e come evitarli

15
0
6 errori

Con il continuo aumento degli utenti mobile in tutto il mondo, le strategie di mobile marketing hanno acquisito un ruolo centrale per molte organizzazioni digitali, come mezzo per raggiungere in modo più efficiente i loro clienti.

Tuttavia, nel mondo del Mobile Marketing, ci sono diversi aspetti da prendere in considerazione per assicurarsi di implementare la giusta strategia di crescita che porti a un successo nel lungo termine. Le strategie di marketing per le app, però, sono come un campo minato per le persone non esperte. Proprio per questa ragione abbiamo collezionato per voi i 6 errori più comuni a cui fare attenzione e cosa fare per evitarli.

1. Credere che mobile e desktop funzionino allo stesso modo

Quando le aziende compiono la scelta di espandere il loro business sui canali mobile, spesso si dimenticano delle differenze che ci sono tra mobile e desktop, implementando quindi la stessa strategia per entrambi i media. 

Dall’inizio, bisogna verificare se il sito sia mobile-friendly. Un sito mobile non ottimizzato solitamente porta a un’esperienza negativa dell’utente, allontanando così potenziali clienti. 

CONSIGLIO: controllate che il sito sia mobile-friendly tramite il tool di Google che testa i siti a questo link.

Avere un sito mobile-friendly è certamente un buon inizio, ma non è abbastanza, in quanto non offre un’esperienza “nativa” agli utenti. Per questa ragione, noi suggeriamo di prendere in considerazione l’idea di sviluppare un’applicazione. Recenti statistiche mostrano che l’88% del tempo passato sui telefoni è speso su app e che un utente utilizza in media 10 app ogni giorno e 30 app ogni mese. 

2. Aspettarsi che le persone scarichino un’app solo per il brand 

Nonostante il brand di un’azienda giochi un ruolo importante per i download di un’app, non è sicuramente l’unica ragione per cui le persone scaricherebbero un’app. Con più di 3.5 milioni di applicazioni mobile a livello globale, presenti sia nell’App Store che nel Google Play Store, gli utenti non troveranno mai una specifica app se non si implementa una strategia di mobile marketing ben strutturata. 

CONSIGLIO: create una strategia di marketing con lo scopo di accrescere la visibilità dell’app.

3. Non implementare immagini

Gli utenti sono persuasi dalle parole, ma allo stesso tempo attratti dalle immagini. Per questo motivo, è fondamentale aggiungere contenuti visivi al design di un’app e alla strategia di comunicazione, per attrarre più utenti possibili. In particolare consigliamo di aggiungere delle immagini in ciascun canale di Mobile Marketing utilizzato, per comunicare sia con i clienti potenziali che esistenti: social media (Facebook, Twitter, TikTok, Snapchat, ecc.), Google, Native Advertising, siti mobile, ecc. (Leggi il nostro sulla strategia omnichannel)

Un altro elemento che può essere usato nei contenuti (come messaggi e notifiche) sono le emoji: semplici, ma efficienti. 😉

Le persone che seguono indicazioni tramite testo e illustrazioni fanno il 323% meglio rispetto alle persone che seguono indicazioni senza illustrazioni, secondo il content marketer Ryan Robinson. Questo significa che l’utente è più propenso a fare ciò che gli viene detto se vengono aggiunti dei contenuti visivi nella strategia di marketing; inoltre c’è una probabilità più alta che capiscano meglio come vivere un’esperienza positiva all’interno di un’applicazione.

Source: NeoMam

4. Non prendere in considerazione la localizzazione 

Quando un’azienda entra in nuovo mercato con un’app, non prende in considerazione la strategia di diversificare l’app sulla base delle diverse lingue e culture. Molto spesso gli sviluppatori creano la loro app in una sola lingua, solitamente l’inglese. Tuttavia, questa strategia presenta due grandi problemi

Primo problema: non tutti sono fluenti in inglese. Non capire la lingua all’interno dell’applicazione porta a una scarsa interazione degli utenti con l’app, o peggio, alla disinstallazione. In effetti, le statistiche mostrano che quasi la metà dei download e dei ricavi più alti fatti nell’App Store di iOS provengono da paesi non anglofoni, il che significa che l’app con le entrate più alte aveva utenti che sono per l’80% non anglofoni.

Ma il grande problema è di non considerare le differenze culturali degli utenti. Gli utenti devono sentirsi a proprio agio nell’usare l’app, più trovano aspetti della loro vita quotidiana e della loro cultura, più sono motivati e invogliati a usarla.

CONSIGLIO. REPLUG suggerisce di aggiungere tre caratteristiche principali alla vostra strategia:

  • localizzare l’app in tutte le lingue dei diversi paesi in cui l’app si trova;
  • usare espressioni native;
  • aggiungere immagini basate sulla cultura di un determinato paese. 

5. Analizzare in modo incorretto il successo di un’app

Molte aziende misurano in modo sbagliato le performance delle loro app. Per analizzare in modo accurato i risultati, bisogna tenere a mente i vari KPIs.

I KPIs (Key Performance Indicators) sono i dati da misurare per capire meglio le performance delle campagne di app marketing.

Vi sono diversi KPIs che devono essere considerati per le attività di app marketing, come le installazioni, le registrazioni, gli acquisti e altro. È però importante focalizzarsi sui giusti KPIs, per fare ciò ogni organizzazione ha bisogno di definire e tracciare le metriche che importano maggiormente ai propri obiettivi di crescita.

CONSIGLIO: stabilite chiari obiettivi prima di lanciare una campagna di Mobile Marketing.

6. Usare eccessivamente i canali di Mobile CRM

È comune pensare che mandare una grande quantità di notifiche, farà aumentare le interazioni degli utenti mobile.

Anche se creare opportunità di comunicazione con gli utenti è fondamentale per aumentare la retention, inviare troppe notifiche farà allontanare gli utenti. Quando gli utenti si sentono disturbati o infastiditi da una strategia di mobile marketing pressante, saranno più propensi a disinstallare l’app. 

Vi sono tre cose da tenere a mente nella propria strategia di marketing:

  • Tempo. Il comportamento dei consumatori deve essere considerato. Raggiungerli durante il loro tempo libero, come la pausa pranzo, è una buona strategia, perché tendono a usare il loro telefono e possono dunque prestare attenzione alle notifiche/messaggi ricevuti. 
  • Parole. Bisogna scegliere le parole giuste in modo da creare notifiche che attraggono gli utenti, le call-to-action per esempio sono importanti, per invitarli a compiere azioni precise, come leggere un articolo o comprare un prodotto. 
  • Segmentazione. La “taglia unica” non si applica al Mobile CRM. Si dovrebbe sempre personalizzare i messaggi in base alle attività e alle proprietà degli utenti.

CONSIGLIO: quantità non significa qualità. 

Conclusione

Implementare una strategia di Mobile Marketing non è semplice. Richiede tempo, sforzi e conoscenza, specialmente all’inizio. Tuttavia, apporterà sicuramente un grande e unico vantaggio al vostro business (scopri i 6 vantaggi che un’app mobile può apportare a un Business).

Se non siete esperti, vi suggeriamo di lavorare con qualcuno che vi guidi nel costruire l’immagine della vostra app e vi aiuti a creare la giusta strategia di Mobile Marketing. Con 10 anni di esperienza nel Mobile Marketing, possiamo aiutarvi ad evitare questi errori, facendo crescere il vostro business. Contattateci! 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here