Home GLOSSARIO Cos’è Il Click Spam?

Cos’è Il Click Spam?

13
0
Cos'è Il Click Spam

Come già sappiamo, uno dei problemi più grandi del marketing digitale, e anche del mobile, è la frode. Dato il numero altissimo di dati disponibili, i cosiddetti fraudsters sono sempre pronti a trovare un modo per aumentare i loro introiti in maniera illecita. Qui di seguito cerchiamo di spiegare cos’è il click spam nel mobile marketing. 

Cos’è Il Click Spam? 

Il click spam è una tecnica di frode avanzata, dove i fraudster generano clicks per gli utenti a loro insaputa. Il tutto ha inizio quando un utente arriva su una pagina di mobile web o una applicazione sviluppata da fonti fraudolente. 

Da lì può accadere uno dei seguenti tipi di frode: 

  1. La pagina mobile web inizia a generare clicks nel background su ads che non sono visibili all’utente
  2. I fraudsters generano clicks mentre l’utente interagisce nell’app fraudolenta, facendo così sembrare questi click, un’interazione su una pubblicità
  3. L’app fraudolenta può generare clicks in continuazione, nel caso questa sia abilitata in background (come ad esempio applicazioni launchers, di pulizia della memoria, o keyboards…)
  4. I fraudsters possono anche generare clicks da device ID completamente falsificati e trasmetterli a un sistema di tracking o MMP
  5. Infine i fraudsters possono anche mandare impressions che sembrano click, creando l’impressione che una semplice view di un ADV sia infatti un’interazione. 

La cosa comune in tutti questi casi è che l’utente è completamente ignaro di quello che accade nel background del proprio telefono. 

Perché Il Click Spam è Importante? 

Il click spam è una forma di frode che cattura il traffico organico e lo presenta agli inserzionisti come traffico generato da utenti raggiunti tramite pubblicità a pagamento.

Per l’inserzionista, ci sono fondamentalmente due problemi con questo tipo di frode:

  1. Il primo è che si finirà con il pagare per degli utenti che si sarebbero acquisiti comunque organicamente
  2. Il secondo è che i dati a disposizione non saranno più corretti e le metriche di riferimento per CPI o CPA saranno completamente errati

Per questo motivo è importante avere chiare delle metriche di base per combattere la frode, come il CTIT (click-to-instal-time). Ad esempio, i sistemi di tracking (MMP) suggeriscono dei valori standard per il CTIT, è però bene che ogni inserzionista capisca quali sono le metriche adatte da tenere in considerazione per la propria applicazione mobile. Infine, ci sono diversi strumenti disponibili, sia attraverso i sistemi di tracking o terze parti, per proteggersi da attività fraudolente.

 

« Torna Al Glossario Di Mobile Marketing Italia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here