testo-inserzione-facebook

Nonostante i media ne riportino un utilizzo in calo, Facebook rimane ancora il Social Network con il più alto numero di utenti attivi giornalieri (le ultime statistiche dicono 2,36 miliardi DAU), mentre recenti studi mostrano come sia il Social con la maggior percentuale di utenti che fanno login giornalieri (70%, contro il 59% di Instagram e il 38% di Twitter).

Per queste ragioni Facebook è ancora la piattaforma di advertising preferita dalle aziende, sia per business B2C che B2B, ed ogni mese i Marketers investono gran parte del loro budget per promuovere i propri prodotti, servizi e app.

Per creare un’inserzione su Facebook (o Facebook Ad) perfetta ed emergere dalla competizione ci sono molti fattori di cui l’inserzionista si deve prendere cura: prima di tutto il targeting, che deve essere specifico per l’inserzione; è stata sottolineata inoltre l’importanza delle creatività per le performance del mobile marketing in generale, come è importante avere anche una chiara e specifica call-to-action. 

Alcune volte ci dimentichiamo però che c’è un’altra parte fondamentale che accompagna la creatività: il testo (o copy) dell’inserzione.

Il testo è cosi importante per un’inserzione su Facebook?

La risposta è SÌ. Nonostante la parte grafica rimanga quella più di impatto in un’inserzione, e quella che riesce ad attirare principalmente l’attenzione degli user, se spendiamo soldi su Facebook vogliamo essere sicuri che i nostri ads siano efficaci al cento per cento.

Eccovi di seguito sette consigli per scrivere una inserzione perfetta.

1. Definisci una audience specifica, e scrivi rivolgendoti al tuo target

Quando si vende online, è importante cercare di scrivere come se ci rivolgessimo ad un singolo individuo, e non a grandi audience. Questa persona rappresenta il tuo target, ed è quella che devi persuadere.

Su Facebook, per esempio, è possibile restringere la target audience a donne tra i 30 e i 39 anni, interessate al fitness, con una specifica professione e comunicare con loro in modo specifico, e diverso da come parleremmo a uomini tra i 25 e i 29 anni interessati alle corse automobilistiche.

2. Assicurati che il testo dell’inserzione sia coerente con la parte grafica

Specialmente i business B2B o quelli più piccoli, non avendo a disposizione molte risorse, non si assicurano che il l’immagine dell’inserzione sia coerente con il copy, e viceversa. Tuttavia è molto importante che l’immagine vada bene insieme al testo, e che i due siano complementari l’uno per l’altro.

Se per esempio si vuole comunicare uno sconto o promozione particolare per un prodotto, è buona pratica mettere sul banner uno sticker ben visibile con la percentuale di sconto, e sul testo ripetere e spiegare le condizioni per usufruire della promozione.

La stessa cosa vale quando vogliamo promuovere una specifica feature di un prodotto o servizio: se la creatività mostra la caratteristica specifica del prodotto o una situazione in cui tale caratteristica può essere utile, il testo dovrebbe essere focalizzato sulla stessa cosa.

3. Focalizzati su una sola call-to-action

Le migliori inserzioni su Facebook hanno un goal molto preciso. Specialmente nelle campagne per una app mobile, possiamo avere come goal il semplice download, ma se si tratta di campagne engagement o retargeting il goal può essere la registrazione, l’acquisto di un prodotto, o l’utilizzo di un servizio.

Qualunque sia l’obiettivo della campagna, dovrebbe essere comunicato chiaramente sia nella grafica ma sopratutto nel testo, altrimenti gli utenti vedranno l’inserzione senza sapere cosa fare. È inoltre consigliato scegliere un bottone specifico (tra quelli offerti da Facebook) per ogni obiettivo diverso.

4. Rimani breve focalizzandoti sul valore della app e creando un senso di urgenza

Dal momento che stiamo pagando per un’inserzione, potremmo essere tentati di scrivere tutto quello che ci passa per la testa per descrivere il prodotto di cui andiamo tanto fieri.

Purtroppo, dilungarsi troppo nel testo di un’inserzione Facebook può risultare controproducente. È infatti consigliato essere coincisi e focalizzarsi sugli elementi chiave quali il valore e i vantaggi del prodotto o servizio che stiamo promuovendo, o una specifica offerta nel caso ce ne fosse una.

Inoltre, spesso risulta efficace creare un senso di urgenza offrendo un’offerta limitata ed esclusiva. Se riusciamo a trovare il giusto mix di urgenza e scarsità, l’inserzione porterà più facilmente gli utenti ad eseguire l’azione che vogliamo, soprattutto grazie all’effetto FOMO (Fear Of Missing Out) per cui l’utente non vuole lasciarsi sfuggire l’offerta.

Per esempio: “Solo per oggi (urgenza), i primi 50 utenti (scarsità) riceveranno il 25% di sconto

Sunglasses-testo-inserzione-facebook
Fonte AdEspresso

5. Usa un linguaggio che sia semplice da capire

Essere copywriter non significa essere maestri di letteratura. Essere (marketing) copywriter significa, spesso, trovarsi a dover descrivere un prodotto o servizio in modo chiaro e coinciso, invogliando un utente ad utilizzare o comprare qualcosa.

L’obiettivo di un (marketing) copywriter dovrebbe essere quindi quello di scrivere un testo che sia comprensibile anche per un bambino di terza elementare. Non appena un utente legge il testo dell’inserzione su Facebook, dovrebbe essere infatti in grado di definire:

  • Cosa gli sta venendo offerto
  • Il vantaggio che ne trarrebbero se decidessero di scaricare l’app
  • Cosa fare – l’azione richiesta per proseguire

6. Usa i numeri per catturare l’attenzione

L’utilizzo di numeri del testo di un’inserzione può portare risultati migliori in termini di CTR e tasso di conversione.

I numeri hanno infatti un potere particolare nella mente delle persone. Basti pensare, per esempio, come piazzare il numero 9 alla fine di un prezzo possa da solo incrementare le vendite

I numeri possono essere applicati a qualsiasi tipo di testo, sia quando abbiamo uno sconto da offrire, sia quando vogliamo far leva sulla “social prove”. Per esempio, iniziare il copy con “1,000,000 di utenti ha già scaricato questa app” può essere un modo valido per attrarre l’attenzione dell’utente e generare curiosità sul motivo per cui così tanta gente trova tale prodotto così utile o interessante.

7. Testa il Copy dell’inserzione

L’unico modo per migliorare il testo della tua inserzione è testare, testare, e ancora testare.

Facebook offre tool integrati all’interno di Ads Manager per impostare facilmente inserzioni con la stessa immagine e testi diversi. In questo modo riuscirete a vedere se un testo più corto performa meglio di uno più lungo, se la descrizione delle feature è migliore di un elenco puntato, oppure l’efficacia di diverse call-to-action, e così via.

L’importante è testare sempre un elemento alla volta, in modo che possiamo essere sicuri di quale sia la discriminante per i risultati ottenuti.

In conclusione:

KEY LEARNINGS:

  • Per un’inserzione Facebook, il testo è importante tanto quanto l’imagine
  • Il testo deve essere semplice, chiaro e coinciso, e specifico per ogni target audience diversa
  • Testo e creatività devono essere coerenti per fornire facilitare la comprensione

SUGGERIMENTI:

  • Usa una sola call-to-action in modo che l’utente sappia cosa fare
  • Inserisci numeri nel testo per attirare attenzione e creare interesse
  • Crea un senso di urgenza e scarsità – es. “Offerta limitata”, “Solo per questo mese”, “Solo tre pezzi disponibili”
  • Testa copy diversi con la stessa creatività
Lorenzo si occupa di mobile marketing e user acquisition dal 2013, anno in cui si è trasferito a Berlino. Ha lavorato per importanti startup europee come Zalando e LOVOO, contribuendo alla crescita rapida ed esponenziale della user base, e all’integrazione della strategia di engagement e retargeting. Attualmente Lorenzo coordina le attività marketing di Free2Move, l’aggregatore di mobilità condivisa parte del gruppo automobilistico PSA.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here